COLTURE E MALERBE
Agricoltura alle prese con le piante infestanti
.:Introduzione
.:Perpetuazione delle infestanti
.:Il pioppeto
.:La risaia
.:Erbe galleggianti e sommerse
.:La risaia

Nell'ambiente della risaia, un ambiente artificiale, si insedia una vegetazione infestante, costituita da piante che crescono senza esservi state seminate. Tali piante appartengono generalmente alla flora spontanea che abita l'ambiente circostante. In alcuni casi appartengono alla vegetazione che infesta il Riso in altre zone della Terra e che viene introdotta accidentalmente nella coltura. L'uomo da sempre ha combattuto questa vegetazione infestante per la concorrenza che esercita nei confronti della specie coltivata. Per questa ragione ha messo a punto una serie di operazioni di diserbo che un tempo venivano compiute dalle mondine e che oggi sono praticate per via chimica.
Come la coltivazione del Riso ammette un andamento ciclico, cosė anche la vegetazione infestante procede con mutamento di composizione ed aspetto causato dalla presenza discontinua dell'acqua e dalla crescita del Riso che sottrae via via spazio e luce alle altre specie conviventi.
La vegetazione infestante è di struttura complessa e si distinguono le porzioni costituite da alghe da quelle a fondamentale composizione fanerogamica che inquadrano almeno da un punto di vista fisionomico anche le Biofite e le alghe Caracee per le loro dimensioni macroscopiche. Questa parte di vegetazione è a sua volta differenziata in più strati a seconda della disposizione del corpo vegetativo delle piante rispetto alla superficie dell'acqua. Vi è uno strato in cui compaio le piante radicanti sul fondo e che come il Riso crescono sino a svettare sopra la superficie dell'acqua con fusti, foglie e fiori. Una stratificazione costituita dalle piante il cui corpo vegetativo è tutto sommerso ed infine una coltre formata in superficie dalle piante che non trovano stabile contatto con il fondo (vegetazione galleggiante).

Continua: Erbe galleggianti e sommerse
By site.colturemalerbe